Cromopratica

La cromopratica è un trattamento olistico alternativo basato sull’irradiazione di luce colorata attraverso uno speciale apparecchio formato da un generatore, un conduttore e una lente cromatica, attraverso cui la luce viene filtrata. Le fonti luminose sono proiettate su punti specifici o in particolari aree della pelle, per un minimo di 30 secondi e sino ad un massimo di 1 minuto. Il principio teorico di base, e che rappresenta la premessa concettuale e filosofica di tale pratica, è quello dei meridiani della Medicina Tradizionale Cinese. Nasce da una geniale intuizione del naturopata e ricercatore tedesco Peter Mandel e si propone attraverso la luce e in particolare in colori di veicolare attraverso i meridiani e altri punti individuati dallo stesso Mandel non tanto energia quanto informazione.La Cromopratica applicata si basa anche sugli studi della fisica quantistica e sugli studi del biofisico Fritz A.Popp .Fritz A.Popp dell’Istituto Internazionale di biofisica di Kaiserlautern è riuscito a dimostrare che le cellule di qualsiasi essere vivente emettono radiazioni molto deboli di luce detti biofotoni.La radiazione di queste cellule viventi, rappresenta un campo energetico regolatore che racchiude l’organismo nella sua totalità ed esercita un’influenza fondamentale su tutti i processi biochimici. E’ su questa importante scoperta scientifica che Peter Mandel fonda gran parte di quello che oggi appare come un bagaglio conoscitivo della cromopratica. La Cromopratica applicata permette di reintrodurre la corretta energia informativa nell’unità corpo, mente, laddove risiede un’informazione errata che nel tempo si esternalizza attraverso quello che noi definiamo comunemente (disturbo) sintomo

perché i colori?

Un aspetto fondamentale della cromopratica, è la teoria secondo cui le diverse lunghezze d’onda della luce contengono informazioni diverse. Quando la luce colorata veicola l’informazione attraverso la cute, in cui è rintracciabile la stessa trama energetica presente nel corpo umano, si bilanciano le vibrazioni e le cellule sollecitate possono ritrovare la loro armonia di base. Di fatto viene ripristinato l’equilibrio energetico originale disturbato dal moderno stile di vita, dalle malattie o dalle emozioni vissute, riportandolo in conformità con le leggi della natura.

Come funziona?

La cromopratica crea una sorta di finestra di dialogo con le nostre cellule (attraverso l’irradiazione di una fonte luminosa) utilizzando lo stesso linguaggio che il corpo utilizza in modo naturale e spontaneo.

perché attraverso la pelle?

Potremmo paragonare la pelle ad una sorta di antenna che capta le informazioni bio fotoniche provenienti dall’esterno, le rafforza e le trasmette all’interno dove vengono immagazzinate e conservate per poi essere riemesse continuamente all’esterno. Immaginiamo quindi i meridiani come dei chip, precisi distretti cutanei, al livello dei quali vengono scaricati tutti i dati della memoria olografica eterica; agendo con il colore su di essi viene ri-ordinata l’alterata informazione olografica responsabile dell’insorgenza dei disagi. Questi punti sono quindi collegati olograficamente sia con il campo quantico in “alto” (ordine implicito) sia con i singoli distretti organici in “basso” (ordine esplicito) in un meraviglioso meccanismo sincronico ed armonico di reciproca co-informazione

A che cosa serve ???

la Cromopratica agisce particolarmente alleviando i disagi nelle seguenti aree:

–  Sindromi da dolore : artrosi, artriti, cervicalgie, lombalgie, gonalgie, cefalee, dolori muscolari in genere dovuti a tensioni, bruxismo…

–  Sfera neuro endocrina femminile: dai disturbi della sfera mestruale a quelli della menopausa.

–  disagi dovuti ad  ansia e stress, ed in generale tutti gli stati di esaurimento psico-fisico a livello energetico dovuti alla vita frenetica

– rafforzare il sistema immunitario;

–  disintossicare il corpo;

–  restituire forza e compattezza a tessuti, unghie e capelli;

– restituire luminosità ed elasticità alla cute;

– eliminare il grasso in eccesso attraverso l’armonizzazione delle funzioni vitali degli organi interni;

– equilibrare l’intero sistema endocrino riducendo lo stress;

–  regolare i cicli di veglia-sonno.

Con la cromopratica applicata  non si va ad agire infatti sul sintomo specifico, ma si interviene sulle alterazioni in-formative generali dell’organismo per ritrovare il benEssere in generale.

La cromopratica si può utilizzare anche in ambito pediatrico

I bambini rispondono molto bene al trattamento e, soprattutto, non ci sono effetti collaterali. Tra i più diffusi disturbi e problemi infantili che possono essere trattati con la cromopratica vi sono: coliche, eczemi ricorrenti, encopresi (perdita involontaria di feci), inappetenza, enuresi,  insicurezza, insonnia, mal di pancia emotivo, tic nervosi, disturbi comportamentali, difficoltà di concentrazione e problemi di apprendimento.